App Web, App Native o Ibride, come scegliere?

Francesco PC Academy di - 13 settembre 2017 in News

Il mondo delle App è affascinante ma molto spesso ci si perde, sia per chi ne vuole sviluppare una sia per chi vuole investire nel mercato delle App. E’ bene quindi iniziare a sapersi destreggiare tra le diverse tipologie di App.

Iniziamo con il famoso bivio App iOS – App Android

Come già probabilmente saprete, esistono due sistemi che dominano il mercato: Android ed iOS. Il primo è sviluppato da Google e rappresenta circa l’80 % del mercato in Italia. Il suo principale concorrente, invece, iOS, è sviluppato da Apple e costituisce circa il 16% del mercato italiano.

Sono due sistemi diversi che si adattano sulle abitudini dei consumatori, quindi avendo Android e iOS caratteristiche differenti, anche i consumatori ne faranno un uso differente. Di conseguenze bisogna creare APP che soddisfino sia gli uni che altri.

APP Native

In pochi lo sanno ma la maggior parte delle App presenti sul mercato sono Native. Con native si intendono app nate per una specifica piattaforma. Quindi create per Android o per iOS.

Ogni app nativa sviluppata per android non funzionerà su iOS e viceversa.

Questo perché l linguaggio di programmazione è differente da un sistema operativo all’altro. Ad esempio iOS utilizza in gran parte il linguaggio Objective-C, mentre Android usa Java. Ognuno con le sue specificità.

Le App Native sono le più richieste perché sono  più veloci, non necessitano di internet per funzionare, sono più facili da utilizzare e consentono le notifiche push.

master-java-android

Web APP

Sarete capitati su una web app moltissime volte senza però rendervene conto.

Una web app è, per esempio, una versione mobile di un sito web per desktop. In sostanza le app web funzionano come un sito web, un utente non deve scaricare né installare nulla per farla funzionare. Ovviamente però funzionano solo con connessione internet disponibile.

In generale, lo scopo di un’applicazione web è di rendere il contenuto disponibile sui dispositivi mobile. Si comporta come un’applicazione normale, sembra un’applicazione normale ma la sua accessibilità ed il suo costo non hanno niente a che vedere con le applicazioni mobili.

Aggiungerei anche che una web app ha un costo anche del 70% inferiore rispetto a una App nativa.

App Ibride

Sono app costruite su multipiattaforma, con un costo inferiore ma che si avvicinano alle funzioni di app native. Si possono creare su piattaforme per iOS e per Android, consentono costi di manutenzione più bassi ma, onestamente hanno anche performance nettamente inferiori.

Come scegliere l’app giusta

Come ogni cosa che riguarda il web, la scelta giusta ricade sull’esigenza e sul budget.

Se hai un’idea innovativa, nella quale vuoi investire tempo e denaro, la scelta migliore è un’App Nativa. Se invece hai un sito che funziona bene e vuoi dare un servizio in più a chi naviga da mobile per facilitargli l’esperienza di navigazione e hai un budget basso non ti resta che scegliere una web app.

Se sei invece uno sviluppatore ti consiglio vivamente di specializzarti nello sviluppo di App Native.

 

Share

Promozioni

Potrebbe interessarti



Francesco PC Academy
Francesco: Lavora come freelance, si occupa di Web Design & Marketing, Strategie Digitali, Blogging e docenza. Per PC Academy cura: il tutoraggio dei corsi online Scrittura Creativa e Sceneggiatura; le lezioni in aula sulla creazione del CV infografico e come Presentarsi alle Aziende in modo professionale; la redazione di molti articoli di questo portale.

Commenti