Brand Equità

di - 1 dicembre 2012 in News Tecnologiche

Vogliamo proporre un prodotto/servizio. Perfetto!

Dovremmo innanzi tutto stabilirne i criteri identitari, chi è il nostro prodotto??

I vantaggi nel soffermarsi su questa analisi preliminare sono diversi:

1.Consente un’attenta riflessione sulle sue caratteristiche peculiari, con operazioni di Benchmarking e di SWOT

Il Benchmarking è un contronto fra il nostro prodotto e quelli simili della concorrenza, per poterne valutare similitudini, e puntare quindi su un elemento distintivo rispetto agli altri.

L’analisi SWOT rappresenta uno studio di punti di forza e debolezza del prodotto. Dallo studio della SWOT dovrebbero emergere soluzioni ai problemi e leve sulle caratteristiche positive. Nello specifico

Strenghts (punti di forza) – Studio dei punti di forza interni al prodotto
Weaknesses  (punti di debolezza) – Studio dei punti deboli interni al prodotto

Opportunities (opportunità) – Studio delle opportunità esterne che possano favorire il prodotto (ad esempio una fiera a cui si può partecipare per la pubblicizzazione)

Threats (minacce) – Studio delle minacce esterne al prodotto (ad esempio uscita contemporanea di un prodotto molto simile a costo minore)

 

2.Serve a concentrare l’attenzione sulle proprie peculiarità e su quali di queste dobbiamo porre maggiore attenzione ed enfasi. La comunicazione cosa deve evidenziare?

3.Permette di tracciare uno schema che possa durare nel tempo e consenta di accompagnare sempre il prodotto.
In questo senso la brand equity rappresenta una sorta di certificato di identità del prodotto; enfatizza i valori di riferimento di un marchio (brand) e li stabilizza in una visione identitaria forte. La brand equity inoltre segna le tappe della comunicazione.

Questa si compone di due parti principali, ciascuna suddivisa a sua volta in 4 sezioni:

a) Brand Equity Strategy

.core identity: caratteristiche peculiari del prodotto (credibilità, sicurezza, ecc) e immagine che ne hanno i consumatori o che si vorrebbe che ne avessero

.brand essence: l’essenza dell’identità di un brand (es. ribellione)

.brand positioning: la tipologia di consumatore al quale ci si rivolge

.brand capsule claim: breve frase che accompagna il logo e sottolinea un aspetto particolare della performance del prodotto

b) Brand Equity Platform Factors

Prevede la lettura del prodotto in quattro diverse morfologia
.Brand come prodotto (scopo, caratteristiche, qualità, benefici, usi e utenti)

.Brand come persona (personalità, relazioni con l’utente, relazioni con le istituzioni/partner)

.Brand come simbolo (logo, colori, personificazione)

.Brand come organizzazione (origine, core competence, valori aziendali)

Share

Promozioni

Potrebbe interessarti



Commenti