Google Panda!

di - 10 maggio 2012 in Web Design

 

Vai alla guida SEO SEM

 

 

Spam ed enorme ascesa dei social network sono stati in questo ultimo periodo i più acerrimi nemici di Google. Combattere questi potenti antagonisti e portare avanti la battaglia verso risultati di sempre migliore qualità tiene costantemente impegnati gli specialisti Google.
Una delle ultime versioni dell’algoritmo prende il nome di Panda, che ha come obiettivo principale quello di penalizzare siti di dubbia utilità o di spam.

Attraverso Panda ricevono una forte penalizzazione quei siti non considerati utili per gli utenti, come quelli che copiano contenuti di altri siti, mentre premiati sempre più saranno le pagine con contenuto originale. Alcune accortezze quindi che un web master dovrebbe tener presenti nella gestione dei propri siti alla luce delle ultime novità Google sono:

– creare sempre contenuti freschi e aggiornati

– curare forma e sintassi

– non copiare altri articoli

– limitare pubblicità e banner nelle pagine

 

In quest’ottica risulta molto importate il modo in cui vengono scritti gli articoli presenti sui nostri siti, e dovremmo chiederci, fra l’altro

 

  1. Le informazioni presentate sono attendibili?
  2. Questo è stato scritto in maniera superficiale o da qualcuno interessato o informato sull’argomento?
  3. Il sito contiene contenuti duplicati?
  4. L’articolo contiene errori ortografici o stilistici?
  5. Il sito sarebbe considerato una fonte autorevole?
  6. L’articolo fornisce una descrizione completa dell’argomento?
  7. I contenuti dell’articolo sono ovvi o troppo brevi?
  8. Vi è cura ai dettagli nelle pagine o per niente

L’elenco può continuare. Ma come si può notare il buon posizionamento è molto incentrato sulla qualità e l’autorevolezza dei contenuti!

 

Matt Cutts su Panda

Share

Promozioni

Potrebbe interessarti



Commenti