I materiali per la stampa

Moltissimi amano vedere i propri lavori stampati dopo l’elaborazione al computer. I materiali su cui stampare sono moltissimi, a seconda del risultato che si vuole ottenere ce n’è uno per ogni esigenza.

Fondamentale per un risultato che sia appagante per il nostro impegno è saper preparare secondo le giuste regole l’immagine che andremo a stampare, può sembrare un consiglio banale ma spesso sottovalutato.

I materiali, come già detto in precedenza, sono molti, andiamo a vedere i più comuni.

CANVAS: è il nome della tela pittorica, i colori risulteranno brillanti, un vero e proprio quadro. L’ideale per stampare quadri destinati all’arredamento, le immagini vengono con una risoluzione di alta qualità. Se usata invece per lavori destinata ad ambienti esterni l’affissione non è consigliata per tempi lunghi.

PLEXIGLASS: Il plexiglass è un materiale che spesso viene utilizzato al posto del vetro, sicuramente la sua infrangibilità è un notevole vantaggio in più. E’ ottimo se usato per insegne eleganti durature nel tempo, sia da esterno che da interno. Il plexiglass può essere sia trasparente che opaco, quindi i colori non sono brillanti.

PVC: è adatto per tutti i cartelloni pubblicitari, striscioni, destinati all’esterno. E’ infatti un materiale che resiste alle intemperie, che si mantiene nel tempo, utilizzato soprattutto in eventi sportivi, cantieri, nelle fiere. Il PVC può essere di diverse grammature di spessore, dai 450 ai 900 g circa, la differenza sta nella resistenza del materiale.

POLIONDA: E’ un materiale plastico abbastanza leggero, economico, usato per cartelloni pubblicitari. In quanto a risoluzione immagine, colori, sono più verso l’opaco che il brillante.

FOREX: E’ il materiale più elegante, simile a una tela, permette di ottenere stampe di alto livello da poter utilizzare come quadri d’arredamento. I colori sono di notevole impatto, la qualità dell’immagine ottima. Il materiale è molto leggero.

 

Questi sono materiali plastici più utilizzati per la stampa di immagini, foto, elaborazioni digitali destinate alla comunicazione visiva, a quadri o anche chi semplicemente vuole stampare le sue foto su materiali alternativi rispetto alla carta fotografica per arredare in maniera particolare la propria abitazione.

C’è la possibilità di stampare i propri lavori anche su molti altri materiali:

VETRO

LEGNO

STOFFA

ALLUMINIO

MARMO

C’è un materiale per ogni esigenza e ogni disponibilità economica.

Share

Promozioni

Potrebbe interessarti



Francesco PC Academy
Francesco: Lavora come freelance, si occupa di Web Design & Marketing, Strategie Digitali, Blogging e docenza. Per PC Academy cura: il tutoraggio dei corsi online Scrittura Creativa e Sceneggiatura; le lezioni in aula sulla creazione del CV infografico e come Presentarsi alle Aziende in modo professionale; la redazione di molti articoli di questo portale.

Commenti

  • D’Amelio Vincenzo

    Ho un armadio grigio a tre ante, lucido, soltanto bellino per questo vorrei ravvivarlo sovrapponendo nei 6 pannelli in cui sono divise le tre ante delle riproduzioni di dipinti famosi anche più piccole di un foglio A4.
    Nel caso sia possibile, vorrei un suggerimento su quale materiale che dia colori brillanti e poi come incollarlo.
    Grazie

  • BEN DETTO :D
    SIETE CHIARI E SAPETE COMUNICARE IN MODO ESSENZIALE LE CARATTERISTICHE DEI (MOLTISSIMI) MATERIALI ESISTENTI IN TERMINI DI DESIGN &CO. iO DI QUESTI MATERIALI NE HO FATTO IL MIO PUNTO DI FORZA E HO APPREZZATO CHE AVETE PUNTUALIZZATO L’ACCENTO ANCHE SU MATERIALI ALTERNATIVI COME IL MARMO E IL LEGNO CHE, SAPUTI USARE, REGALANO VERAMENTE UN TOCCO GLAMOUR E UNICO ALL’AMBIENTE.
    un SALUTO E COMPLIMENTI RINNOVATI!!!
    VBN