Landing Pages – “Scheda Tecnica”

di - 29 agosto 2012 in Web Design

 

Vai alla guida SEO SEM

 

Una landing page (potete vederne una spiegazione video in questo nostro video su You Tube) è:

 

 

Utilizzata soprattutto per:

-Campagne pubblicitarie generiche

-Campagne PPC (pay per click)

-Campagne di lancio di nuovi prodotti

-List Building

 

Ne distinguiamo due tipi:

-Information: informa l’utente e lo invoglia a diventare un lettore abitudinario fidelizzandolo

-Conversion: espone in maniera accattivante un prodotto o un concetto e converte il navigatore in cliente

 

4 sono i principali metodi utilizzati per un’alta conversione:

-Pop-Up: metodo decisamente invasivo ma con una buona percentuale di impressioni che vanno a buon fine (anche se questo era più vero in passato che ora, dovendo scegliere, non utilizzate il Pop-Up)

-Squeeze-Page: è la più utilizzata. Consente di raccogliere i dati dei navigatori attraverso il download gratuito di un determinato contenuto

-Mini-sito: utilizzata per la vendita di prodotti o servizi più complessi che necessitano maggiore contenuto di supporto

-Video-Landing Page: ottima per evocare e suscitare emozioni

 

Cosa NON può mancare in una Landing Page:

-Titolo rappresentativo: serve a descrivere in maniera chiara e sintetica dove è “atterrato” l’utente

-Immagine rappresentativa: l’immagine rappresenta una buona percentuale della comunicazione, specie in una landing page

-Contenuti e liste: testo persuasivo e liste descrittive

-Call to action: in genere un grande pulsante che indica all’utente l’azione da compiere

 

Deve contenere emozioni e persuasione:

-La persuasione è la chiave di volta. L’utente deve percepire il vantaggio che ricaverà dal prodotto/servizio

-Liste: occorre alternare vantaggi e svantaggi. Anche pagare per il prodotto è uno svantaggio. E anche inserire piccoli punti deboli (che poi sarà spiegato pienamente aggirabili) contribuisce a dare credibilità

-Call to action: imperativo e deciso, basato sull’impulsività del momento

 

Quando è presente contenuto gratuito, l’utente deve percepire:

-Materiale esclusivo: il contenuto non è disponibile in nessun altro modo

-Interattività: il materiale deve essere utile all’utente in modo “pratico”

-Arricchimento: l’utente deve percepire un arricchimento personale avvenuto in maniera semplice, pulita e gratuita

-Aspettativa: quello che viene regalato rappresenta solo l’1% di tutto ciò che si può offrire. E questo deve essere fatto presente.

 

Percezione globale:

-Tempo concesso: 4 secondi

-Niente Flash: evitare di distrarre l’utente dall’azione che dovrà intraprendere

-Contenuto chiaro

-Niente “asterischi”: non nascondere nessuna informazione poco gradita

 

Principio di funzionamento sulla velocità fisica e psichica:

-Azione: veloce, precisa, impulsiva

-Velocità di realizzazione: l’utente realizza velocemente se quello che ha davanti è ciò di cui ha bisogno

-La decisione può essere impulsiva: se l’utente è persuaso in maniera corretta, può compiere immediatamente l’azione

-Niente tempi di realizzazione fisici: l’utente non deve andare da nessuna parte. E’ già lì

 

 

 

Share

Promozioni

Potrebbe interessarti



Commenti