Copyright sui linguaggi di programmazione. Dopo il caso Oracle vs Google

di - 18 maggio 2012 in Altro, Programmazione

La (parziale) sentenza che giudica copiate da parte di Google alcune righe di codice Oracle per alcune API di Java – e di cui potete leggere la notizia integrale qui – ha sollevato un dibattito di vasta portata, perchè implica il ragionare su “come una proprietà intellettuale che protegge l’espressione di un’idea (il diritto d’autore) possa estendersi fino alla grammatica e al linguaggio stesso”.

Dopo questa notizia traduciamo per voi dall’inglese questa notizia di un caso simile avvenuto invece in Europa, il cui titolo è:

LA CORTE EUROPEA DI GIUSTIZIA : “I LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE POTREBBERO NON ESSERE SOGGETTI A COPYRIGHT

leggiamo l’articolo:

 

“Il cado di Oracle vs Google ha portato alla luce una complicata disputa sul copyright di alcune parti del linguaggio Java. Per coincidenza, la Corte Europea di Giustizia si è espressa su un caso simile oggi. World Programming Ltd. è una compagnia con base in UK il cui World Programming System ha simulato una funzionalità simile al linguaggio SAS. Nel caso SAS Vs WPL, la Corte ha sentenziato che:

“le idee e i principi che sono alla base di ogni elemento di un programma per computer, inclusi quelli alla base delle sue interfacce, non sono protetti da copyright”
Apparentemente, per sviluppare il World Programming System, la WPL ha legalmente acquisito la Learning Edition del sistema SAS, e poi ha usato questi programmi come base per sviluppare i propri. La Corte ha riconosciuto che non ci sono prove di copia del codice in questo caso. La decisione qui è interessante, perchè non è solo in favore della WPL, ma in favore delle “idee e principi” del World Programming System.

Nel caso di Oracle vs Google c’è in gioco una questione similare. Pamela Jones ha sottolineato  la questione di estendere il copyright suggerendo che:

“Questo è come si suppone debba essere negli US, anche, sebbene Oracle sta cercando di allargare il concetto tradizionale di copyright, per proteggere la struttura, la sequenza e l’organizzazione delle APls”

 

 

Share

Promozioni

Potrebbe interessarti



Commenti