Contest “la vita in maschera” – Vincenzo Coluccelli – Scrittura

Francesco PC Academy di - 17 marzo 2014 in Altro

ROLE PLAY REPORT

Roma. Cinema&TV Academy. Prima degli esami, il docente di Storia e critica del cinema decide di interrogare gli studenti meno preparati. Vede Leandro Balducci con il capo abbassato per non incrociare il suo sguardo e a bruciapelo gli chiede di indicargli un film nel quale viene messa in luce la tematica della filosofia baconiana del sapere come potere. Dopo lunghi attimi di esitazione e balbettando Leandro indica il film Zelig di Allen.

Il Professore: “Ma che c’entra Zelig di Allen! Balducci, tu scambi sempre fischi per fiaschi!” generando l’ilarità dei compagni e la profonda vergogna di Leandro che scappa via dall’aula piangendo. L’unica a non ridere di lui è la sua amica Erica Spera la quale ha sempre avuto un debole per lui. Erica lo rincorre per confortarlo e gli dice che non deve vergognarsi di sbagliare, deve applicarsi di più ed acquisire più fiducia in se stesso. Leandro le confessa di sentirsi un perdente nato ed è così che lo vedono anche gli altri. Erica gli offre il suo aiuto per la preparazione agli esami e gli consiglia d’incontrare suo zio Umberto che è un bravo psicoterapeuta. Leandro accetta di studiare con Erica ma si irrita di fronte alla proposta di rivolgersi allo psicoterapeuta. Leandro, dopo le insistenti esortazioni di Erica si convince ed ora è nello studio dello zio Umberto che gli chiede il perché si sia recato presso di lui. Leandro: “Beh perché spesso nelle situazioni, non riesco a controllare la mia emotività provando vergogna per me stesso, senso di inadeguatezza e d’inferiorità rispetto agli altri.”

Umberto: “E in rapporto a chi lo senti?”

Leandro: “Rispetto a quelli più bravi, più capaci…vorrei tanto essere loro in quei momenti!”

Umberto: “E non pensi che ciò sia dovuto ad un esagerato divario tra ciò che sei realmente e ciò che vorresti essere idealmente facendo riferimento a dei modelli irraggiungibili? Io credo dovresti imparare a guardare te stesso in modo meno giudicante e più accogliente e lo stesso dovresti fare con gli altri senza esagerare nell’attribuzione di qualità sia positive che negative. Gli altri non sono solo svilenti nei tuoi confronti e tu magari non hai il senso delle sfumature tra bianco e nero! Ecco perché incontri difficoltà ad essere flessibile o la tua mutevolezza è rigida,  inefficace rispetto ai molteplici ruoli sociali, tanto da creare in te una sorta di spaccatura le cui parti cercheremo insieme di riunire.”

Leandro ascolta le parole di Umberto, commosso e pieno di ammirazione.

Umberto: “ E con le ragazze che rapporto hai?”

Leandro: “Non so spiegarmene il perché ma non ho mai avuto una storia sentimentale importante…eppure l’ho sempre desiderata!”

Umberto: “Sì ma l’hai desiderata veramente? Come spesso succede a noi esseri umani, probabilmente ti fanno paura le relazioni serie che mettono in campo due opposte esigenze ossia quella di dedizione, di legame intimo con l’altro e quella di distinzione, autonomia ed indipendenza dall’altro. Tu vivi queste due esigenze contrastanti come inconciliabili.”

Leandro: “E come risolvere questa ambivalenza, dottore?” Umberto: “E’ importante che tu riesca a trovare un equilibrio tra queste due opposte esigenze senza che l’una superi l’altra. E’ su questo che dobbiamo lavorare. Anzi per aiutarti in tal senso, ti consiglio caldamente di leggere questo libro ma sempre che tu lo voglia. E’ di Monique Selz, s’intitola Il pudore. Un luogo di libertà.

Leandro annuisce e Umberto a lui: “Ti assicuro che ti sentirai più preparato ad affrontare il mondo dentro e fuori di te!”

Qualche giorno dopo, presso la Cinema&TV Academy. Alcuni studenti capeggiati da Eugenio Rambaldi, il leader del gruppo, un viziato, arrogante, vanitoso figlio di papà, reputato il più brillante tra loro, come al solito, prendono in giro Leandro, offendendolo con battute provocatorie ed ingiuriose. Erica lo incita a non fare il loro gioco. Leandro vorrebbe reagire ma incoraggiato da Erica, si domina; ma anche Erica viene umiliata e derisa: scatta in Leandro l’impulso di prendere le sue difese; sa che vogliono colpire lui attraverso lei e così con coraggio e con una mossa lucida e controllata propone ad Eugenio di stringere un patto per cui se lui prenderà una votazione pari o più alta di quella di Eugenio all’esame, quest’ultimo e la sua “cerchia” non dovranno mai più deridere ed offendere lui né direttamente né indirettamente; se invece sarà Eugenio più bravo di Leandro, questi abbandonerà l’accademia. Eugenio accetta. Erica, preoccupata per l’esito della gara, chiede a Leandro se non sta complicandosi la vita.

Leandro: “Ora so che, se voglio, col tuo aiuto e quello di tuo zio, posso vincere!”

Cinema&TV Academy. Inizio degli esami. Un docente di Tecniche di ripresa, Leandro Balducci, in atteggiamento altezzoso e il sorriso beffardo, sta esaminando un candidato che è lo stesso Leandro con impressi sul volto i postumi di una notte insonne. Il docente gli pone una difficile domanda: “In un’inquadratura di gruppo ossia a tre o più persone come si realizza la regola del campo e controcampo corretti senza incorrere nello scavalcamento di campo?”

Il candidato balbetta alcune frasi incerte e sconnesse e si giustifica dicendo di non aver dormito tutta la notte. Il docente, fortemente irritato, lo invita a studiare di più e lo boccia.

Erica: “Svegliati Leandro, la commissione ti ha chiamato!” Leandro in tutta fretta si dirige verso l’aula d’esame; dopo circa mezz’ora, uscendo dall’accademia con un’aria felice, comunica ad Erica di aver preso trenta. Successivamente Eugenio consegue ventotto, i suoi compagni riportano voti ancora più bassi e non possono che riconoscere amaramente la sconfitta.

Nuovo anno accademico. Leandro più rispettato e fiducioso nelle sue capacità, si è anche fidanzato con Erica: entrambi sono consci di dover continuare a lottare per conciliare le opposte esigenze di ciascuno.

      Roma, 06/03/2014            dr. Umberto Spera              

Share

Promozioni

Potrebbe interessarti



Francesco PC Academy
Francesco: Lavora come freelance, si occupa di Web Design & Marketing, Strategie Digitali, Blogging e docenza. Per PC Academy cura: il tutoraggio dei corsi online Scrittura Creativa e Sceneggiatura; le lezioni in aula sulla creazione del CV infografico e come Presentarsi alle Aziende in modo professionale; la redazione di molti articoli di questo portale.

Commenti

  • giovanna

    Ottimo lavoro